TERRE DI BRIGANTI

“Briganti” sono definiti coloro che si ribellano al potere costituito, di cui non riconoscono la legittimità, aggregando frange di scontenti, poveri, analfabeti e diseredati, in genere appartenenti alla classe contadina, al fine di ottenere, attraverso le rivolte contadine, una modificazione delle scelte politiche spesso sciagurate. L’epilogo di tali rivolte, intessute di speranze disattese, di alternative impossibili, di politiche immutate o demagogicamente manipolate, è stato quasi sempre tragico.

Nella Cina imperiale le rivolte contadine hanno invece ritmato le successioni dinastiche e sono riuscite a capovolgere anche i regni più potenti, tanto da richiedere  una chiave di lettura capace di interpretare i fatti non solo da un punto di vista storico, ma anche filosofico, ideologico e persino religioso e che ci permetta di capire come mai in occidente, in generale, ed in Italia, in particolare, le cose non siano andate esattamente così.

Queste pagine  mirano ad una comparazione, nelle cui pieghe tento di collocare il brigantaggio, che esiti così diversi ha determinato, sia da una prospettiva storica che da quella geopolitica, in Cina ed in Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...