SECONDA INTERVISTA a Radio Cusano Campus 2/11/2016

Nella Puntata del 2 novembre 2016 della trasmissione

IL MONDO E’ PICCOLO condotta da DANIEL MORETTI

Daniel Moretti‏@danmorettiradio

che va in onda su RADIO CUSANO CAMPUS FM 89.100,

ho commentato  le elezioni americane da una particolare prospettiva, quelle cinesi, commentando un articolo apparso sul caffé geopolitico LE ELEZIONI AMERICANE VISTE DALLA CINA . 

 

La Cina guarda agli USA: TRUMP cambierà il mondo?

Un’onda anomala si è abbattuta sugli Stati Uniti e il nostro mondo globalizzato, nulla sarà come prima o forse tutto cambierà perché non cambi nulla? pensieri vagano tra le righe che abbiamo scritto prima dell’Election Day , cercando di scorgere e di profetare…ed ora ricerchiamo in queste parole,  pensate per raccontare un mondo imploso in una notte, le tracce per comprendere un mondo diverso apparso in un’aurora strana, che pochi immaginavano, questo nove novembre 2016. Che farà Trump, agguerrito contro la Cina, per il dumping, le svalutazioni e le delocalizzazioni, quando egli stesso si sveglierà dentro l’establishment,  e sarà preso in  ostaggio dalla finanza globale?

特朗普爆冷当选总统

Xi Jinping tells Donald Trump congratulations on his astonishing victory: “I highly value the relations between China and the United States, and I am looking forward to working together with you to expand China-U.S. cooperation in every field.”

E nel frattempo, Lu Kang, il portavoce del ministero degli Esteri della RPC, annuncia ufficialmente di voler stare al fianco della nuova amministrazione degli Stati Uniti per promuovere una continuità nello sviluppo delle relazioni sino-americane, a beneficio di entrambi i paesi e del mondo intero. Una grande fiducia è riposta nella Cina e negli Stati Uniti,  potenze mature, in grado di gestire correttamente i problemi legati al commercio bilaterale ed internazionale, di cui hanno, in realtà,  beneficiato tutti. I think tank cinesi, preoccupati per l’imprevedibilità che oltre oceano si attribuisce alla futura amministrazione Trump e nella consapevolezza di potersi trovare di fronte ad una politica più aggressiva per quanto riguarda il Mar Cinese Meridionale, sostengono però, per bocca di Su Hao, professore di relazioni internazionali all’Università di Pechino, che il governo cinese sia pronto ad affrontarne i rischi ma anche le opportunità. L’abbandono della politica del Pivot to Asia , considerato un mal riuscito tentativo di contenere il potere crescente della Cina, porterà sicuramente meno attriti  ed una stabilizzazione dell’area che ritornerà un cortile di casa squisitamente asiatico. La Cina confida nei repubblicani che storicamente hanno saputo creare e mantenere rapporti stabili con la Cina, che rimane fiduciosa.

 La dimensione della complessità, tra esigenze economiche ed interferenze geopolitiche, aveva acceso la discussione che si è snodata tra riflessioni e considerazioni, in un’intervista di Daniel Moretti di radio Cusano Campus ad Elisabetta Esposito Martino del Caffè Geopolitico….intervista più attuale che mai….ascoltatela….

 

questo è il link all’intervista:

http://www.tag24.it/podcast/153106-elisabetta-esposito-martino-il-caffe-geopolitico-le-elezioni-americane-viste-dalla-cina/

Questi sono i link agli articoli:

 

http://www.ilcaffegeopolitico.org/47550/hillary-o-chuanpu-lo-sguardo-della-cina-sulle-elezioni-americane

https://www.wired.it/economia/finanza/2016/11/10/usa-cina-trump/

 

http://www.tag24.it/cerca-podcast/?_sf_s=elisabetta%20esposito%20martino

 

Annunci