QUARTA INTERVISTA Radio Cusano Campus 4/1/2017

In questa intervista ad Elisabetta Esposito Martino del  Caffè Geopolitico per la trasmissione “IL MONDO È PICCOLO”, condotta da Daniel Moretti,si mettono sotto la lente d’ingrandimento di Radio Cusano Campus  gli equilibri e gli squilibri della geopolitica,  commentando i twitter diffusi da Trump il 3/1/2016 in cui, tra l’altro, si accusa la Cina di aver preso enormi quantità di denaro e di ricchezza dagli Usa, in un commercio totalmente a senso unico, senza dare una mano sulla Corea del Nord.  Il messaggio si conclude con un  “Nice”…che è tutto un programma…I social da una parte all’altra del mondo sono sobbalzati, sulla scia della campagna elettorale appena conclusa.

Noi del Caffè abbiamo riflettuto su queste accuse, subito smentite dal portavoce di Pechino, Geng Shuan, il quale ha ricordato l’impegno cinese sulla denuclearizzazione della Corea del Nord, frutto dell’atteggiamento responsabile di Pechino. Inoltre, nella sua qualità di membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, non solo la RPC non ha posto alcun veto ma ha partecipato attivamente alle discussioni, votando a favore delle risoluzioni di cui ricordiamo l’ultima, il 30/11/2016 n. 2321, che ha imposto pesanti restrizioni commerciali e finanziarie a Pyongyang, in risposta ai lanci di missili balistici ed ai test su testate nucleari e sui missili Musudan.

I timori americani, che si possono scorgere nella recente nomina di Peter Navarro, autore del libro e documentario “Death by China“,  a capo del White House National Trade Council, si possono intuire guardando la copertina del libro,

dbc-fb-preferred-image

che riflette l’immaginario degli americani, mentre i cinesi si trovano ancora in una posizione interlocutoria ed attendono il nuovo anno del gallo erigendo, come accaduto a Taiyuan, nello Shanxi, un’enorme statua di gallo dalle sembianze troppo simili a quelle di Trump…

trump-rooster-statue-e1483268231127

Queste diatribe si intrecciano nell’attesa del 20/1/2017, giorno del giuramento di Trump, ma si riconnettono anche ad un altro evento, raccontato alla fine del 2016 sulle pagine del Caffè Geopolitico da Elisabetta Esposito Martino: il 150° anniversario della nascita di Sun Yat-sen.

In questo articolo si ripercorre brevemente la storia del medico, considerato unanimemente il fondatore della Nuova Cina, in un momento in cui in Cina si sognavano sogni diversi…ma ancora oggi il sogno cinese viene declinato diversamente …

a Taiwan si ricorda Sun Yat-sen come costituzionalista, geniale ideatore di una Carta modulata sui checks and balances, derivati dai cinque poteri, che vedono aggiungersi ai tre tradizionali di Montesquieu  i due della tradizione cinese: il Censorato e gli esami, che hanno permesso alla Repubblica di Cina di approdare ad una compiuta democrazia, forse l’unica di tutto l’Oriente. La nuova presidente di Taiwan cerca ora nuovi spazi, per divincolarsi dalle maglie della RPC sperando in Trump…

a Pechino si celebra solennemente l’anniversario ricordando i tre principi del popolo di Sun Yat-sen, sottolineando come il benessere del popolo deve portare le masse verso un rinnovato impegno ed i funzionari ad una maggiore sensibilità verso i bisogni del popolo, rigettando la corruzione ed ogni separatismo ricordando che esiste un’unica Cina, che nessuno potrà mai più dividere…

ad Hong Kong si ricorda Sun Yat-sen come colui che veicolò in Cina la democrazia, di cui nemmeno esisteva il carattere corrispondente, mentre è scosso nell’isola lo stato di diritto e vengono espulsi deputati democraticamente eletti…

ma il sogno cinese, se diventa il sogno della prima superpotenza globale dovrà prima o poi fare i conti con le aspirazioni democratiche che solo Sun Yat-sen seppe armoniosamente rielaborare in un sapiente mixage tra i più preziosi valori della tradizione occidentale con quelli veicolati dai settemila anni di civiltà cinese.

IL PODCAST DELL’INTERVISTA  http://www.tag24.it/podcast/elisabetta-esposito-martino-corea-del-nord/

 

IL LINK ALL’ARTICOLO

Sognare sogni diversi: Sun Yat-sen visto da tre prospettive

http://www.tag24.it/cerca-podcast/?_sf_s=elisabetta%20esposito%20martino